Infestazione di blatte e scarafaggi: come accorgersene e liberarsene

A chi è capitato una volta nella vita di trovarsi uno scarafaggio o una blatta in casa sa quanto possa essere disgustoso e fastidioso. Si inizia a pensare da dove possa essere entrato, e soprattutto a come disinfestare l’area, visto e considerato che si tratta di animali particolarmente dannosi e pericolosi.

0
166
Scarafaggi, foto generica da Pixabay

A chi è capitato una volta nella vita di trovarsi uno scarafaggio o una blatta in casa sa quanto possa essere disgustoso e fastidioso. Si inizia a pensare da dove possa essere entrato, e soprattutto a come disinfestare l’area, visto e considerato che si tratta di animali particolarmente dannosi e pericolosi.

Ma come possiamo avere la certezza della presenza di questi animali in casa e soprattutto, come dobbiamo attivarci? Quello che ci teniamo a dire è che risulta sicuramente indispensabile avvertire degli esperti. Questo perché soltanto loro possono essere in grado di sfruttare alcuni mezzi e tecniche adatti a risolvere il problema in maniera definitiva, arrivando al nido.

Oggi è molto più facile rispetto al passato contattare ditte specializzate, visto che sono presenti in tutte le grandi città, sono attivi servizi di disinfestazioni blatte e scarafaggi Milano, Roma, Torino e in tutte le città italiane.

Tecniche particolari

La ragione principale, come detto, per cui è consigliabile rivolgersi ad esperti è il fatto che questi siano in grado di utilizzare delle tecniche molto particolari. Ricordiamo che bisogna prestare massima attenzione, visto che si tratta di animali che possono trasmettere malattie molto serie, come epatite e salmonellosi.

Spesso, il solo utilizzo di insetticidi e soluzioni fai da te non è assolutamente sufficiente. Le ditte specializzate, invece, utilizzeranno strumenti super efficaci, come per esempio dei particolari gel esca, distribuiti in zone strategiche della casa. Si tratta di prodotti con un basso grado di tossicità e quindi che si possono utilizzare in zone anche frequentate da animali e bambini.

Ma molto spesso ciò non è ancora abbastanza, allora si deve procedere con altre soluzioni. Per esempio, in caso di infestazione gravi, si tende ad utilizzare degli strumenti più aggressivi, come i fumogeni o liquidi specifici che servono a cercare di risalire al nido delle blatte o degli scarafaggi.

In caso di soluzioni di questo tipo è necessario allontanarsi dalla stanza o dall’abitazione per almeno 12 ore. In altri casi si potrebbe rientrare nell’abitazione dopo qualche ora. Insomma, come avrete potuto vedere, si tratta di una situazione che non va presa con leggerezza.

Come accorgersi della loro presenza

Come per i topi o altri animali infestanti, accorgersi della presenza di blatte o scarafaggi potrebbe anche essere particolarmente complicato. Si tratta di animali che amano vivere al buio e in zone molto appartate ed umide. Garage, cantine e scantinati sono sicuramente i luoghi da loro preferiti. Ma come fare, quindi, per accorgersi della loro presenza?

Per prima cosa, ciò che si potrebbe trovare sono i resti di feci. Queste possono apparire in quantità anche discretamente rilevanti negli angoli dei muri e possono essere confuse con polvere o altri residui. Se ci accorgiamo di feci di scarafaggi dobbiamo assolutamente evitare il contatto diretto con queste, visto che possono trasmettere malattie. Oltre a questo, la presenza di uova è sicuramente un campanello d’allarme da non sottovalutare. Anche la presenza di un solo esemplare può essere indicativa di una infestazione.

RISPONDI

Commenta
Qui il tuo nome