Prestito: richiederlo e calcolarlo in sicurezza

Da quanto emerge da un sondaggio di Master Credit aggiornato a settembre 2021, attualmente quattro italiani su dieci possiedono un prestito attivo...

0
421
Foto generica da Pixabay

Da quanto emerge da un sondaggio di Master Credit aggiornato a settembre 2021, attualmente quattro italiani su dieci possiedono un prestito attivo. Infatti, complice la pandemia da COVID-19, oggi più che mai gli italiani sono intenti a richiedere un prestito in banca o presso un istituto di credito. Ciò accade se non altro per i benefici che esso ne arreca, poiché permette di comprare un servizio o un bene anticipando una somma di denaro da saldare a piccole rate pagabili mensilmente. Infatti, proprio grazie a un prestito sarà possibile sostenere ogni tipo di spesa, che sia minima è contenuta oppure importante. Ciò è possibile grazie alle numerose offerte messe a disposizioni da banche, finanziarie e altri istituti di credo che permettono di calcolare un prestito cosi da venire incontro a tutte le esigenze di chi lo richiede. Tuttavia, capita spesso trovare truffe dietro l’angolo e proprio per prevenire spiacevoli inconvenienti, in questo articolo verranno illustrati ogni tipo di prestito, come richiedere un finanziamento e come scegliere il prestito più sicuro. Chiedere un prestito è molto semplice tuttavia è necessario da prima conoscerli nelle varie tipologie esistenti come riporta il portale legale DirittoNews.

Prestiti: quali sono e perché sceglierli 

Chiedere un prestito è molto semplice tuttavia è necessario dapprima conoscerli nelle varie tipologie esistenti. Infatti, è proprio la previa conoscenza che previene truffe e malintesi che causano malesseri, malcontenti generali e soprattutto perdite di denaro. In primo luogo è importante chiarire che la somma di denaro erogata dagli istituti di credito il cui fine ultimo è quello di acquistare beni o servizi che prendono il nome di credito al consumo. Il credito a consumo si distingue a suo modo in quattro soluzioni di finanziamento. Il primo è il prestito più diffuso in Italia che prende il nome di prestito personale, che consiste nel cedere una somma di denaro a tasso fisso, senza alcuna giustificazione tranne nel caso in cui esso stesso sia finalizzato a un acquisto di un bene o un servizio. Il secondo, anch’esso diffuso in Italia e larga parte in Europa, è il prestito finalizzato. Questo è legato strettamente all’acquisto di un bene o un servizio e viene ceduto solamente dal punto vendita. Parliamo ad esempio di autoconcessionari, negozi elettrodomestici o di prodotti elettronici e simili che permettono di acquistare i loro prodotti “pagandole a rate”. Ne segue ora il terzo, il cui nome è cessione del quinto, un finanziamento particolare che prevede il saldo delle rate mensili Dedotto direttamente dal salario o dalle pensioni, fino al quinto. Infine vi è il quarto ovvero la carta di credito che in questo caso è un servizio di pagamento attraverso l’addebito sul conto corrente nel momento dell’acquisto di un bene o un servizio.

Come richiedere un prestito: il secondo step per ottenerlo

Richiedere un finanziamento non è una pratica molto difficile. L’essenziale è possedere e rispettare tutti i requisiti che richiedono gli istituti di credito. Nonostante ciò capita molto spesso imbattersi in spiacevoli truffe inaspettate. Questo perché chiedere un prestito è tanto facile quanto trovarne una truffa che li sfrutta. Ciò rende chiaro il motivo del paragrafo precedente e l’importanza di conoscere un prestito prima di chiederlo e ottenerlo. Ecco che il primo passo diventa quello di richiedere un prestito autorizzato, ovvero un finanziamento  erogato da un organismo riconosciuto e autorizzato dallo Stato. Solo allora si può procedere con il secondo step: trovare e credenziali richieste da questi organismi assieme ai documenti necessari per ottenere un finanziamento sicuro, ricordando che la  sicurezza del prestito è importante sia per chi lo richiede che per chi lo concede. Infine, l’ultimo step da raggiungere è quello di è specificare la finalità del finanziamento ove prevista, cosicché l’istituto di credito a cui ci si rivolge possa consigliare al cliente l’offerta più conveniente.

Conclusioni finali: i requisiti per ottenere un prestito

Ottenere un prestito autorizzato è semplice e non richiede lunghi tempi di attesa. Tuttavia, come già preannunciato, per ottenere un finanziamento è opportuno possedere dei requisiti essenziali. Alcuni variano in base al tipo di finanziamento altri, invece, sono uguali per tutti. I requisiti necessari per ottenere qualsiasi prestito sono possedere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni e risiedere in Italia. Gli altri prevedono i primi due e questi altri: avere un reddito dimostrabile e possedere un conto corrente. Il motivo di tutto ciò risiede in un principio valido per tutti gli istituti di credito, ovvero attestare l’affidabilità creditizia del richiedente. Questo viene garantito da un lato con la quantità della rata che non deve superare il 30% della capienza di reddito del richiedente, e dall’altro con la attestazione di mancate segnalazione dalla Centrale Rischi nel caso in cui il richiedente abbia tardato nel pagamento delle rate di un prestito precedente o non le abbia addirittura saldate. Pertanto solo con le credenziali e con gli step da seguire è possibile calcolare un prestito e in questo modo richiederlo.

RISPONDI

Commenta
Qui il tuo nome