Il mondo del lavoro rinasce a Dubai

Da anni il mondo del lavoro sta cambiando profondamente il suo aspetto. In ogni Paese del globo, poi, alla luce dell’attuale situazione, si sono dovute modificare le abitudini professionali di tutte le figure lavorative. Lo smart working ha invaso le nostre giornate e, sostituito, il tradizionale lavoro in presenza nelle aziende, negli studi o negli enti pubblici.

0
289
Dubai, foto generica da Pixabay

Da anni il mondo del lavoro sta cambiando profondamente il suo aspetto. In ogni Paese del globo, poi, alla luce dell’attuale situazione, si sono dovute modificare le abitudini professionali di tutte le figure lavorative. Lo smart working ha invaso le nostre giornate e, sostituito, il tradizionale lavoro in presenza nelle aziende, negli studi o negli enti pubblici.

Come è cambiato il lavoro nel 2022

Negli ultimi due anni, il lavoro come lo abbiamo sempre vissuto è stato coinvolto in pesanti mutamenti, che ci hanno permesso di riconsiderare completamente le nostre giornate. Innanzitutto, è stato stravolto il nostro modo di pensare al lavoro. Si è trasformata la stessa idea di concepire i rapporti tra colleghi e con i dipendenti, così come la modalità di cercare nuove opportunità lavorative o selezionare le figure professionali. L’intero sistema economico, d’altro canto, è stato interamente scosso da questi ultimi mesi ma tutto ciò ha dato l’opportunità di rivedere alcuni paradigmi che rischiavano di paralizzare il mondo del lavoro, accelerando il processo di digitalizzazione in ogni ambito e responsabilizzando maggiormente i dipendenti attraverso il lavoro da remoto.

Le novità del mondo del lavoro

Il nuovo mondo del lavoro, pertanto, prevede non solo un diverso modo di lavorare ma anche una nuova impostazione della mentalità relativa al lavoro. Gli stessi settori che fino a un paio di anni fa erano in voga, oggi sono diversi: basti pensare i fatturati da urlo che sono stati registrati dalle catene alimentari, dalle aziende di servizi di consegne a domicilio, e a quelle dei servizi primari. Domanda e offerta del mercato sono state completamente rinnovate e, di conseguenza, si è resa necessaria una riorganizzazione completa del settore economico.

Una rivoluzione fatta di una differente rete tra gli operatori del mercato che, fisicamente lontani ma sempre uniti dalla vicinanza di vedute, hanno rimodulato come impiegarsi ma senza tralasciare le proprie mansioni all’interno dei rispettivi team.

Il lavoro rinasce da Dubai

Come sempre, i Paesi del Golfo Persico sono un passo avanti a tutti e non potevano esimersi dall’intervenire anche in questo settore. Gli Emirati Arabi, infatti, hanno di recente stabilito per primi al mondo la settimana lavorativa corta, ovvero di soli quattro giorni e mezzo di operatività in luogo di cinque. Lo scopo governativo, infatti, è di migliorare il benessere sociale e la vita privata di tutti i lavoratori degli UAE. Inoltre, proprio per adattarsi al resto del globo, il weekend, prima fissato nei giorni di venerdì e sabato, è stato uniformato a sabato e domenica. Tuttavia, il venerdì rimane il giorno sacro di preghiera: pertanto, per quel giorno i lavoratori potranno chiedere di lavorare in smartworking e di organizzare l’orario d’ufficio in modo più flessibile.

Lavoro e economia a Dubai 

Sempre più persone guardano agli Emirati Arabi e, particolarmente, a Dubai per trasferirsi o trasferire le proprie risorse. I Paesi del Golfo Persico, infatti, offrono numerose opportunità lavorative e finanziarie per aziende e privati. I più illuminati imprenditori italiani, e non solo, hanno già trasferito il proprio patrimonio negli UAE che da sempre propongono garanzia di successo. Per fare il salto, però, è necessario essere guidati passo a passo da chi opera nel campo degli investimenti da anni e si occupa di questo preciso settore direttamente da Dubai. Il professionista di riferimento in questo campo è Daniele Pescara, CEO di Falcon Advice, azienda leader nel settore del trasferimento e della costituzione di società a Dubai. Da oltre un decennio, il Team di Pescara offre un servizio chiavi in mano a chi desidera investire a Dubai, gestendo tutta la procedura con facilità e qualità. Il mercato emiratino, infatti, è in costante crescita ed è divenuto meta sempre più ambita per gli imprenditori che desiderano ottimizzare il proprio patrimonio, grazie soprattutto alla tassazione azzerata delle Dubai Free Zone.

RISPONDI

Commenta
Qui il tuo nome