10 Cose da sapere su Polkadot

Polkadot è un protocollo di rete che consente di trasferire dati di qualsiasi tipo, non solo token, attraverso le blockchain. Il suo token nativo è DOT

0
172
Cripto, foto generica da Pixabay

Polkadot (DOT) è una criptovaluta molto popolare nonché una piattaforma decentralizzata che consente l’interoperabilità del Web 3.0 e delle blockchain.

In termini semplici, Polkadot è una blockchain con una rete centrale, la relay chain, a cuialtre blockchain, come Bitcoin o Ethereum, si connettono per dialogare tra loro. È anche progettata per essere veloce e scalabile.

Il token nativo di Polkadot è DOT ed è utilizzato principalmente per lo staking e la governance – scopri come funziona la criptomoneta di Gavin Wood su Young Platform.

Detto ciò, ecco qui 10 cose da sapere su Polkadot!

  1. Chi è il creatore di Polkadot

Chi ha inventato Polkadot? Questa è la prima cosa da sapere. Nel team dirigenziale ed esecutivo ci sono diversi co-fondatori, anche se Gavin Wood è il più noto. Gavin Wood è stato anche uno dei co-fondatori di Ethereum ela sua storia professionale parla da sola. È il creatore di Polkadot, dell’azienda ParityTechnologies e della Web 3.0 foundation.

  1. Qual è l’obiettivo di Polkadot

È fondamentale sapere che Polkadot è stato introdotto nel 2017 come progetto open-source. Costruire una società aperta basata su reti peer-to-peer è uno dei suoi obiettivi principali. In poche parole, Polkadot intende promuovere un web decentralizzato.

  1. Cos’è di preciso Polkadot

Polkadot è una rete multi-chain che cerca di unire varie blockchain in un’unica rete coesa.  Polkadot intende essenzialmente decentralizzare e connettere varie blockchain , in modo che possano comunicare tra loro senza problemi. Quando si collegano diverse blockchain risulta più facile condurre transazioni tra di esse, accelerando così i tempi. Inoltre, l’interoperabilità permette la comunicazione tra applicazioni decentralizzate (dApp) ospitate da blockchain diverse.,

  1. Cos’è DOT

Nella rete Polkadot, DOT è il token nativo. DOT ha numerosi casi d’uso, come molti altri token nel mercato delle criptovalute. Innanzitutto, dà ai possessori del token il controllo sull’intera rete Polkadot: se si possiede DOT, si ha diritto a votare su una serie di questioni, tra cui i costi delle transazioni, i miglioramenti della rete in generale e le eventuali modifiche al codice stesso.

5. Qual è la struttura di Polkadot

La rete Polkadot è costituita da una blockchain principale (la relay chain), da diverse blockchain indipendenti connesse alla relay chain (le parachains), da altreche partecipano solo temporaneamente alla rete di Polkadot (le parathreads). Esistono ponti (bridge) che consentono alle parachains ed ai parathreads di connettersi con reti esterne come Bitcoin o Ethereum.

  1. La Nominated Proof of Stake (NPoS)

Polkadot utilizza un particolare tipo di Proof-of-Stake, si tratta di un sistema chiamato Nominated Proof-of-Stake, anche noto come NPoS. Il Nominated proof of stake (NPoS) è un tipo di algoritmo di consenso  che si avvale del voto degli utenti per determinare quali nodi possano partecipare alla convalida dei nuovi blocchi della blockchain. Solo i nodi che sono stati nominati da altri votanti sono autorizzati a convalidare nuovi blocchi e ad ottenere quindi ricompense  nel farlo.

  1. La Governance di Polkadot

Per quanto riguarda la governance di Polkadot, esiste un consiglioi cui membri sono eletti per rappresentare gli utenti. Il consiglio propone i referendum, in cui i possessori di DOT possono votare, e ha diritto di veto C’è poi il comitato tecnico, ovvero il team che  sviluppa e implementa i miglioramenti in Polkadot.

  1. Il Denomination Day

Il Denomination Day si riferisce ad un giorno specifico, il 21 agosto 2020, quando DOT è stato effettivamente ridenominato, dopo una votazione della comunità,. Nel panorama finanziario tradizionale, la ridenominazione è un procedimento che prevede la modifica del valore nominale di un prodottoin circolazione. In questo caso, l’offerta circolante del token DOT è stata aumentata di cento volte.

  1. I testnet di Polkadot

Un testnet è una rete blockchain di prova che serve per sperimentare senza rischi. I testnet principali di Polkadot sono noti Kusama e Rococo.

  1. Le critiche a Polkadot

La principale critica rivolta a Polkadot sta nel fatto che la rete  abbia delle limitazioni nei termini di quante blockchain saranno effettivamente collegate a Polkadot. Nonostante ciò, Polkadot è indubbiamente una delle criptovalute più apprezzate sul mercato.

RISPONDI

Commenta
Qui il tuo nome