Amedeo Ghidini nominato presidente di Aler Cremona-Brescia-Mantova

Ghidini, classe 1981, già imprenditore e manager d’azienda in importanti gruppi industriali e commerciali, è laureato in “Economia e Gestione di Impresa”. Originario di Lumezzane, vive a Brescia, sposato, un figlio. Esperto di gestione amministrativa e organizzazione aziendale. Maturata esperienza nel settore delle forniture immobiliari, della riqualifica energetica, delle ristrutturazioni e mantenimento dell’efficienza delle strutture

0
468
Amedeo Ghidini, foto da ufficio stampa

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato oggi la delibera che, su proposta dell’assessore alla Casa e Housing Sociale, nomina i nuovi presidenti delle cinque aziende lombarde per l’edilizia residenziale tra cui quello per l’Aler di Brescia, Cremona e Mantova: Amedeo Ghidini. A riportarlo è il quotidiano Brescia news.

Ghidini, classe 1981, già imprenditore e manager d’azienda in importanti gruppi industriali e commerciali, è laureato in “Economia e Gestione di Impresa”. Originario di Lumezzane, vive a Brescia, sposato, un figlio. Esperto di gestione amministrativa e organizzazione aziendale. Maturata esperienza nel settore delle forniture immobiliari, della riqualifica energetica, delle ristrutturazioni e mantenimento dell’efficienza delle strutture. Il suo nome è stato indicato da Fratelli d’Italia.

Il nuovo Presidente ha commentato così la nomina giunta a metà della mattinata: “Ringrazio per la fiducia e il prestigioso incarico. Orienterò la mia strategia verso la centralità delle famiglie, garantendo sicurezza, contrasto alle occupazioni abusive e riqualificazione degli alloggi anche attraverso una valutazione sismica, accelerando e semplificando ogni procedura per garantire una solida base abitativa per tutti e tutelando i più fragili” – e ha aggiunto – “Lavorerò per una valorizzazione del patrimonio abitativo pubblico, guardando alle novità delle Comunità Energetiche, con una rinnovata attenzione per le periferie, per una puntuale manutenzione e per il sostegno a progetti di riqualificazione e rigenerazione delle case popolari, attraverso programmi integrati di innovazione sociale e welfare locale.”

RISPONDI

Commenta
Qui il tuo nome